la cucina ribelle

Datemi un forno e cambierò il mondo

Archivio per il tag “secondo”

Vegan melanzane ripiene

The Postal Service- Sleeping in

La pioggia nelle sere di autunno inganna, sembra solo acqua ed invece è ricordo..

Da ieri è arrivato l’autunno, quello con il sole, le foglie dai colori meravigliosi e l’aria frizzante, quello delle serate sotto la copertina e con una tazza fumante in mano, quello delle zuppe e della zucca.

melanzaneripienevegan

Ma questo solo da ieri.

Invece io mi aggrappo all’estate, solo per un po’. Con delle melanzane ripiene, vegane, che ho cucinato al mio ritorno da New York, quando avevo bisogno solo di verdure: sane, gustose, croccanti verdure che mi disintossicassero dalla meravigliosa fiera di sapori e odori che è stata la mia vacanza.

La cosa meravigliosa di questa ricetta, per me, è che dopo la prima parte, ovvero dopo aver arrostito tutte le verdure in forno, si aprono varie possibilità. Oltre alle melanzane ripiene, infatti, il giorno dopo ho mescolato il tutto anche con patate lesse, pangrattato, qualche spezia e un po’ d’olio per fare delle buonissime polpette, sempre vegane. E perché non usarle come ripieno per la pasta, o per fare una lasagna, o un risotto, un sugo…

Melanzane ripiene (per due):

  • due melanzane
  • 4 zucchine
  • 2 carote
  • un peperone rosso
  • sale e pepe
  • olio EVO
  • 8 cucchiai di pangrattato
  • prezzemolo
  • uno spicchio d’aglio (se piace)

Dopo aver pulito tutte le verdure, tagliamo a metà per il lungo le melanzane e incidiamo la polpa, disegnando una specie di scacchiera con il coltello. Tagliamo invece a strisce approssimative il peperone, e a fette di un cm ca. zucchine e carote. Ungiamo una teglia da forno con l’olio e mettiamo ben separate tutte le verdure, cospargiamo con un pizzico di sale e inforniamo a 180° per ca. mezz’ora (le melanzane devono essere morbide).

Intanto mescoliamo il pangrattato con olio, un pizzico di sale e pepe, abbondante prezzemolo tritato e, a piacere, uno spicchio d’aglio tritato.

Quando le verdure sono cotte, togliamo la polpa delle melanzane con un cucchiaio e lasciamo la parte più vicina alla buccia, creando delle barchette. Mescoliamo la polpa alle altre verdure, tagliate a cubetti regolari di 5/8 mm, riempiamo le barchette di melanzane con le verdure ripiene, cospargiamo con il pangrattato e facciamo gratinare in forno per 5/10 minuti con la funzione grill.

Per chi vuole sapori forti, e se ne frega dell’opzione vegan/vegetariana, un’acciuga è la morte loro ( a parola di E.).

Il filetto di maiale ai funghi, il papà cuoco e la bella notizia

Lou Reed – Perfect day (ciao eh, Lou)

Oggi è lunedì, e c’è stato il cambio dell’ora. Insomma, un momento difficile. Mettiamo pure che qui si debba scrivere una certa cosa, ma non si riesca bene a cominciare, ed ecco che si ricorre al blog, per fare due chiacchiere e magari farsi venire ispirazioni che non arrivano!

Il weekend fra i monti è stato incredibilmente caldo, con un sabato che mi ha regalato una passeggiatina in canottiera, ma una domenica grigia. Però in famiglia la domenica grigia non l’abbiamo notata, perché è arrivata una nuova nipotina da coccolare, è bellissima e piena di capelli, e noi siamo molto felici che la sua mamma stia bene, lei sia arrivata, e la sorellina non sia più sola.

filettofunghi

La ricetta di oggi è una ricetta di carne, cosa davvero strana perché, come ho già detto, non ne mangiamo molta! Ma, ogni tanto, ci vuole, e quando ci vuole, mi viene spesso in mente questa ricetta, preparata spesso da mio papà, che ne va matto.

Continua a leggere…

Navigazione articolo