la cucina ribelle

Datemi un forno e cambierò il mondo

Happy birthday, mia piccola cucina ribelle!

Noa-Life is beautiful

Auguri a noi!

La cucina ribelle oggi festeggia il suo compleanno, con più di 50 post ( sono riuscita a centrare il mio obiettivo di un post a settimana, in media) e più di 6000 visite (grazie grazie grazie a voi!). Non c’è che dire, è il primo traguardo che raggiungiamo, una piccola goccia nel mare, ma che soddisfazioni per me!!
gelatopistacchio
Ammetto di aver meditato un bel po’ su come festeggiare, ma poi ha vinto la gola. Non le ricette elaborate, i miei cavalli di battaglia, qualcosa di strano che nessuno conosce. No, semplicemente la gola, con uno dei miei cibi preferiti in assoluto. Ma in totale coerenza con quel tipo di alimentazione che piace a me, ho voluto una ricetta senza uova o latticini e abbastanza light da non essere proibita nemmeno a chi è a dieta, in modo da non farmi venire troppi sensi di colpa.

Quindi una ricetta ancora veloce, ancora a prova di dummies, ancora però ad alto tasso di soddisfazione, perché la cucina deve risvegliare fantasia, nutrirci in maniera consapevole, essere un luogo di rilassamento, e non una prigione che punta alle mille complessità per la forza di stupire.

E così dedico il mio gelato al pistacchio, vegan, senza zucchero, senza gelatiera, semplicissimo e bellissimo, a voi, che mi leggete qui e mi seguite sulla pagina Facebook de La cucina ribelle, e lo dedico a chi, in mansarda, sopporta questa mezza matta che, per amore di impiattamento e fotografia, mangia sempre cibi freddi, per conversare con il web, perde alcune occasioni di farlo faccia a faccia, per scovare nuove stoviglie che diano un tocco in più alle sue immagini, gira ogni mercatino delle pulci che riesce a trovare e che comunque, sempre, per forza, costringe a mangiare ogni esperimento più o meno riuscito che viene prodotto tra queste 4 mura!
 
Gelato al pistacchio senza gelatiera (per due persone):

  • 2 banane mature
  • 1/2 avocado
  • 70 gr di pistacchi
  •  latte vegetale

Ho messo le banane tagliate a pezzetti e l’avocado in freezer per una notte. Ho messo i pistacchi sgusciati nel frullatore con un cucchiaio di latte (ho usato quello di riso, che preferisco per i dolci a quello di soia, ma credo che il risultato sia simile). Quando ho ottenuto una crema di pistacchi ho aggiunto la frutta congelata e frullato ancora. Ho aggiunto un altro goccio di latte per dare più cremosità, assolutamente a occhio. Quando la crema è diventata bella densa e omogenea, l’ho rimessa in freezer a rassodare per ca. 2 ore, mescolandola di tanto in tanto.

Trovo che sia perfetto da preparare a pranzo, per gustarlo a merenda, ma anche al ritorno dal lavoro, in caso si ceni con degli ospiti.
 
E, non lo nego, il fatto di non dover accendere nemmeno mezzo fornello è una ragione in più per adorarlo!

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

8 pensieri su “Happy birthday, mia piccola cucina ribelle!

  1. E in ha detto:

    Auguri!

    Mi piace

  2. Auguriiii!
    Adoro il pistacchio e questo gelato è fantastico!

    Mi piace

  3. Nadia in ha detto:

    Bello! questo lo proverò…senza zuccheri aggiunti, così ogni tanto me lo potrò concedere pure io con il diabete! 🙂 Auguri Cucina Ribelle!

    Mi piace

  4. Ah e auguri 😉 Tra l’altro ottimo questo gelatino vegan…Yumm!!! Bravissima!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: