la cucina ribelle

Datemi un forno e cambierò il mondo

Se mi lasci scegliere, zuppa fredda di zucchine e basilico

Manu Chao- Me quedo contigo (si me das a elegir)

Oggi revival adolescenziale con Manu Chao, revival spagnolo con questo testo che ho cantato e ricantato e che ammetto essere una canzone orrenda, ma che non posso fare a meno di amare. Insomma, ecco svelato uno dei miei guilty pleasures.

zuppazucchinebasilico

Poi ci sono certe cose, come Sex&the city, che una profemminista come me non dovrebbe nemmeno nominare, ma che serve in ogni momento di stanchezza umorale, e le quantità di cosmetici nell’armadietto del bagno, che potrebbero far dubitare della mia serietà più di una persona.

Avete capito, no? I guilty pleasures sono quelle cose che non fanno male a nessuno, che non sono trasgressioni nel senso proprio del termine, ma che portano con sé una serie di “cosa diranno gli altri” decisamente lunga e articolata.

E voi, quali guilty pleasures nascondete?? Nessuno è immune, ammettiamolo!

Invece, restando sul tema dei piacere totalmente leciti, oggi vi propongo una ricetta che vola diretta nella categoria “for dummies”, che è sempre una zuppa, ma ci salva nelle cene d’estate, dove si ha voglia di qualcosa che più leggero non si può, ma mangiare melone e prosciutto o caprese per la quarta volta in una settimana non sembra appropriato (e nemmeno tanto sostenibile).

Infatti è una zuppa buonissima da servire tiepida o fredda, che si fa tenendo il fornello acceso per 10/15 minuti al massimo (quindi non scalda la cucina), che, con qualche accorgimento, è totalmente vegan/light/glutan free, adatta a tutti insomma, e si può preparare in anticipo.

Zuppa fredda di zucchine e basilico (per 4 persone):

  • 4 zucchine
  • acqua
  • uno scalogno
  • un cucchiaio di olio EVO
  • sale e pepe
  • una manciata di foglie di basilico
  • meta facoltativa

Mettiamo in pentola olio e scagliono tritato e lasciamo imbiondire. Nel frattempo mondiamo e tagliamo a pezzi grandi le zucchine. Le aggiungiamo in pentola, lasciamo soffriggere un minuto e poi copriamo d’acqua. Facciamo cuocere una decina di minuti, regolando di sale e pepe.

Poco prima di servire, buttiamo in pentola una manciata di foglie di basilico e, a piacere, un paio di foglie di menta, e passiamo tutto con il minipimer. Il consiglio di frullare il tutto quando è già tiepido e si sta per servire, è dato dal fatto che il basilico tende a inacidire in fretta, dopo il contatto con le lame del minipimer, quindi la crema non si conserva a lungo dopo questo passaggio.

Nella foto, vedete la zuppa servita con una grattugiata di ricotta salata e accompagnata con una meravigliosa insalata di cavolfiore crudo con crema di anacardi e curcuma, che ho assaggiato a un evento promosso dal ristorante Veganima di Arco e ho provato a replicare in casa. Non ho fatto altro che sbriciolare il cavolfiore e condirlo con, appunto, una crema ottenuta frullando anacardi, olio Evo, acqua, sale e curcuma. Poi ho decorato con semi di papavero. Da leccarsi i baffi!!

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Se mi lasci scegliere, zuppa fredda di zucchine e basilico

  1. Io adoro Manu Chao!!! 😀 Lo ascolto troppo qui in Sudamerica 😉 E questa ricetta con questa foto…gnam! Mi piace che si possa mantenere in versione vegan o no. E che dire dell’insalata di cavolo cruda?? Decisamente da provare!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: