la cucina ribelle

Datemi un forno e cambierò il mondo

Cibi da foodblogger..

Bruce Springsteen- Waitin’ on a sunny day

Ci sono cibi che, nella mia testa, sono da foodblogger. Insomma, cibi che se non hai un blog di cucina forse non farebbero parte della tua routine, che mai ti verrebbe in mente di comprare gli ingredienti, aspettare, preparare quel giorno che sai che poi hai tempo di allestire un set, fotografare e scrivere e poi finalmente mangiare 🙂

Insomma, oggi per la prima volta dico a tutti voi che sono una foodblogger. Giusto sei mesi per prendere consapevolezza della cosa, che a me sto termine mi sa tanto di serio, e il mio blog mica è una cosa seria, lo faccio perché mi diverte!

bananabread

Vabbè, qui lo sapete, le identità sono in continua evoluzione. Allora, parliamo del mio banana bread da foodblogger?

In mansarda, dolci nell’ultimo mese non se ne sono cucinanti, praticamente, se non per le occasioni. Perché sono a dieta e perché i genitori di E. sono ex-pasticceri, e di quelli bravi, quindi.. che ve lo dico a fare?!

Ma soprattutto, ultimamente, dolci con uova e burro non se ne cucinano quasi più. Non so come mai, ma sono spinta inevitabilmente ad alleggerire tutto, che uova e burro sono pesanti e fanno male e non sono sostenibili e bisogna mangiarli poco, mentre io i dolci li faccio per la colazione, voglio mangiarli tutti i giorni senza sensi di colpa!

Così nasce questo banana bread, dalla voglia di fare anche io quel dolce che ho visto in rete così spesso, così bello, con quegli ingredienti così golosi che solo a leggerli viene l’acquolina in bocca, ma anche sano per la nostra colazione. E il nome poi dice tutto e niente, perché di panoso ha ben poco, questo dolce, è anzi un bel cake umido e profumato. E le banane gli danno il dolce, la cremosità, senza risultare farinose o stucchevoli, e le noci aggiungono un tocco di croccantezza, e i mirtilli, oh, io li metterei ovunque. Insomma, davvero un’ottima colazione!

Banana, nuts and blueberry bread:

  • 240 gr di farina (io ho messo parte di farina integrale e parte di farina normale)
  • 3 o 4 banane molto mature
  • 1/2 limone
  • 50 gr d’olio evo leggero o di semi biologico
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 100 gr di latte di soya
  • 2 cucchiaini da the di cremor tartaro e un pizzico di bicarbonato (in alternativa, mezza bustina di lievito per dolci)
  • un pizzico di cannella
  • noci e mirtilli essiccati a piacere

Per prima cosa schiacciamo la polpa delle banane e la copriamo con il succo di mezzo limone. Poi mischiamo in una ciotola gli ingredienti secchi: farina, lievito, zucchero e cannella. Uniamo poi gli ingredienti liquidi: banane, olio, latte di soya. Mescoliamo velocemente (s l’impasto risulta troppo asciutto per via della farina integrale, potete aggiungere ancora un goccio di latte) e alla fine aggiungiamo noci e mirtilli. Riempiamo per 2/3 uno stampo da plum cake ( a me sono usciti anche 4 muffin) e inforniamo, in forno caldo a 180°C, per ca. mezz’ora.

Ed ora vado a dire al sole di tornare da me, che mi manca molto!

 

 

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

3 pensieri su “Cibi da foodblogger..

  1. Tazza e teiera spettacolari… come la ricetta, del resto. Buona e sana. E da foodblogger. 😉
    Tanti tantissimi baci

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: