la cucina ribelle

Datemi un forno e cambierò il mondo

In attesa dell’illuminazione artistica

Weekend lungo alle porte, valige pronte, macchina fotografica al seguito, appartamento prenotato, Biennale: arriviamo!

Nancy Sinatra – These Boots Are Made for Walkin’

In rete i foodblog si concentrano su Halloween, io lo ammetto: qui nella mansarda non ce ne può fregar di meno!

chips di bucce di zucca

Anzi, una cosetta che ha a che vedere con questa festa, a dire il vero, ci coinvolge parecchio, anzi direi che l’adoriamo! Ed è la zucca!! Arancione, dolce, grande, declinabile in milioni di modi, bellissima da vedere! E poi della zucca non si butta via nulla, come del maiale. Si usa la buccia, la polpa, i semi, tutto!

I semi tostati sono una specie di droga, li ungo leggermente, cospargo di sale, paprika affumicata, inforno a 140°C fino a doratura… e via! Uno snack che è come le ciliegie, uno tira l’altro.

Per la buccia, invece, vi rimando al sito di Ecocucina di Lisa Casali, che insegna a ridurre tutti gli sprechi e a cucinare con le parti considerate meno nobili degli alimenti!

Invece qui, al volo, vi lascio la ricetta della mia crema di zucca, che è una di quelle cose rapidissime, semplicissime, fatte con solo 4 ingredienti, che ci fa gustare le cose così come sono, senza coprire inutilmente di condimenti, e se ci pensate all’ultimo per una cena con ospiti, fate sempre una bella figura.

Crema di zucca:

  • 400 gr di zucca pulita
  • una cipolla piccola
  • olio evo
  • brodo vegetale

Soffriggere la cipolla tritata nell’olio e e aggiungere la zucca. Lasciar rosolare un paio di minuti, fino a che non si attacca quasi alla padella. A scelta, se volete, sfumate con vino bianco, se no aggiungete semplicemente brodo vegetale. Fate cuocere per 20 minuti, frullate con un frullatore a immersione, et voilà! Fatto.

A scelta, potete: aggiungere un tocco di zenzero al soffritto, aggiungere salvia, servire con erba cipollina e panna acida. Tutte varianti che danno un tocco in più, ma anche la versione base, ve l’assicuro, è buonissima!

Buonanotte a tutti!

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “In attesa dell’illuminazione artistica

  1. Pingback: Un compromesso è perfetto quando tutti sono scontenti (?) | la cucina ribelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: